© 2023 by Name of Site. Proudly created with Wix.com

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • YouTube Social  Icon

Venerdì 22 novembre

Cuneo, Conservatorio "G. F. Ghedini" - ingresso gratuito

Master Class [per info clicca qui] e replica del concerto in collaborazione con il Conservatorio "G. F. Ghedini"

Sabato 23 novembre, ore 17

Torino, Cappella dei Mercanti - ingresso €5, gratuito per Amici del Maghini

In collaborazione con l'Associazione "Musicaviva" e il festival "Piano in primo piano"

 

Per pianoforte

 

Anche se gli unici contatti documentati di Bach con uno dei primi fortepiani disponibili in Germania non furono entusiasmanti, i pianisti si sono sempre considerati fra i destinatari privilegiati delle composizioni per strumento a tastiera di Bach. In realtà, anche quando si suonano al pianoforte “le stesse note” che si trovano negli spartiti per clavicordo o clavicembalo si sta realizzando una trascrizione; di conseguenza, molti compositori, fra i più importanti dell’Ottocento e del Novecento, hanno colto l’occasione per creare versioni genuinamente pianistiche tanto di composizioni originali per tastiera, quanto di brani originariamente destinati ad altri strumenti. L’affascinante itinerario proposto dal celebre concertista e musicologo scozzese Kenneth Hamilton ci guida alla scoperta di funamboliche reinterpretazioni dei brani bachiani, che, pur nella loro essenziale “diversità” rispetto all’originale, tuttavia non mancano di rivelarne potenzialità sconosciute. Accanto a questi, troviamo un'attenzione particolare verso la musica di Haendel, reinterpretata da Franz Liszt e da Johannes Brahms.

 

Kenneth Hamilton, pianoforte

Programma:

Johann Sebastian Bach (1685-1750) -
Ferruccio Busoni (1866-1924): Chaconne

Johann Sebastian Bach -
Ronald Stevenson (1928-2015): „Komm, Süßer Tod“

Johann Sebastian Bach -
Sergei Rachmaninoff (1873-1943): Partita

Johann Sebastian Bach - Ferruccio Busoni:
„Ich ruf zu Dir“

Johannes Brahms (1833-1897):
Variazioni e fuga su un tema di Händel op. 24

Ronald Stevenson: Little Jazz Variations on Purcell’s New Scotch Tune

Franz Liszt (1811-1886): Sarabanda e Chaconne da Almira di Händel

 

 

Descritto come “virtuoso eccellente - uno dei migliori pianisti della sua generazione” dal Kommersant di Moscsa; come esecutore “pieno di energia e verve” dal New York Times; dallo Straits Times di Singapore come “formidabile virtuoso”, e da Tom Service in The Guardian come “pianista/autore/docente/virtuoso completo”, il pianista e ricercatore scozzese Kenneth Hamilton tiene concerti in tutto il mondo su strumenti moderni e storici, ed è uno degli esperti più importanti sugli stili storici di esecuzione al pianoforte. Le sue pubblicazioni e registrazioni hanno avuto un impatto internazionale, in particolare il suo After the Golden Age: Romantic Pianism and Modern Performance (Oxford University Press), acclamato come “pieno di umorismo ed interesse, e scritto con passione” da Charles Rosen (Times Literary Supplement) e come “un libro meraviglioso” da James Fenton (The Guardian)
Le sue recenti registrazioni per l’etichetta Prima Facie, “Kenneth Hamilton interpreta Ronald Stevenson”, e “Bach to Bach: Omaggi e trascrizioni di Liszt, Rachmaninov e Busoni” sono stati salutati con grande successo dalla critica: “suonato con comprensione e brillantezza” (BBC Radio 3 Record Review); “un disco imperdibile… musica affascinante presentata con potenza, passione e precisione” (Fanfare); “controllo preciso e brillantezza” (The Guardian); “elettrizzante” (Gramophone); ed “una registrazione splendida ed eccellente esecuzione” (American Record Guide). I suoi prossimi impegni discografici comprendono Preludes to Chopin, che comprende esecuzioni delle due grandi sonate di Chopin oltre a brani più brevi, ed una registrazione della Passacaglia su DSCH di Ronald Stevenson. 
Kenneth Hamilton è un affermato comunicatore che crede che l’apprezzamento della musica nel suo contesto storico può significativamente migliorarne la comprensione per i pubblici moderni, ed offrire prospettive importanti per gli esecutori.
Hamilton appare frequentemente in televisione ed alla radio come pianista, conduttore od ospite; recentemente è stato solista nell’esecuzione del Primo Concerto di Chopin con la Istanbul Chamber Orchestra per la televisione turca, come conduttore nella trasmissione “Mendelssohn in Scozia” per il canale Deutsche Welle e come intervistato dalla CBC (Canada), ABC (Australia) e New York Public Radio; tiene spesso trasmissioni su BBC Radio 3 e 4 e sul World Service della BBC.
I suoi numerosi appuntamenti internazionali comprendono una memorabile ripresa dei concerti di Liszt del 1847 a Costantinopoli per il Festival Internazionale di Istanbul, esecuzioni di brani di Chopin su pianoforti storici e moderni nella Cité de la Musique di Parigi, partecipazioni come solista nei festival Beethoven, Mozart e Brahms Unwrapped al Kings Palace di Londra, esibizioni al Southbank Centre di Londra, in festival in Corea, in numerose sale negli Stati Uniti ed in Europa, e recital annuali nella Esplanade di Singapore.