© 2023 by Name of Site. Proudly created with Wix.com

  • Facebook Social Icon
  • Twitter Social Icon
  • YouTube Social  Icon

Sabato 2 novembre, ore 21

Torino, Tempio Valdese
intero €15, ridotto €10 (over 65, Abbonamento Musei e Amici del Maghini), €5 (under 25), Amici Maghini Sostenitori gratis

Domenica 3 novembre, ore 21

Cuneo, Chiesa del S. Cuore - ingresso gratuito

In collaborazione con "Bruni d'Autunno" - Orchestra B. Bruni della Città di Cuneo

Guida all'ascolto

Lunedì 28 ottobre, ore 16:30

Torino, Villa Tesoriera - ingresso gratuito

Domenica 3 novembre, ore 11
Cuneo, sala del CDT di Largo Barale 1

Introduzione all'ascolto a cura della musicista, musicologa e teologa Chiara Bertoglio

 

La Passione secondo Giovanni di J. S. Bach

Fra gli innumerevoli capolavori bachiani, la Passione secondo Giovanni BWV 245 spicca come una delle vette assolute di arte, spiritualità, perfezione formale ed espressiva, pathos e coinvolgimento emozionale. Essa possiede un’immediatezza di commozione che non smette di stupire, e che è il risultato di una precisa volontà compositiva: rendere la narrazione evangelica della Passione di Cristo quanto più vicina e toccante possibile, per tutti. In Italia, tuttavia, la dimensione “sociale” delle Passioni bachiane non sempre è pienamente percepita, per ragioni linguistiche e culturali. “BackTOBach” vuole restituire la Passione al suo ambiente: la cornice religiosa, la partecipazione letteralmente “corale” degli ascoltatori, la creazione di una comunità in ascolto. Un’esecuzione “filologica”, nel rispetto della prassi esecutiva e di un livello artistico di assoluta professionalità si combinerà infatti alla possibilità, del tutto inedita, di far partecipare in modo attivo e diretto all’evento musicale anche persone che semplicemente amano la musica e non hanno una formazione specifica di partenza: grazie ad un corso apposito, i Corali della Passione saranno cantanti da membri dell’assemblea, proprio come accadeva all’epoca di Bach.

Coro e Orchestra dell'Accademia Maghini

Direttore: Claudio Chiavazza

Maestro del Coro: Elena Camoletto

Markus Brutscher tenore: Evangelista

Mauro Borgioni basso: arie, Christus

Valentina Chirico soprano: arie, Ancilla

Maximilliano Danta contraltista: arie

Massimo Lombardi tenore: arie, Servus

Francesco Coppo basso: Petrus

Franco Celio baritono: Pilatus

Accademia Maghini

L’Accademia Maghini, sorta nel 2005 fianco del Coro Filarmonico Ruggero Maghini quale centro di aggiornamento permanente, è un punto di riferimento per la formazione di cantanti e coristi, nato per individuare e mettere in luce le nuove eccellenze emergenti nello scenario musicale; negli ultimi anni è diventata anche un centro di produzione di progetti che partendo dalla didattica hanno dato esito ad una specifica programmazione concertistica.

Il Coro dell’Accademia, diretto da Elena Camoletto, si forma di volta in volta sulla base dei progetti didattico-musicali; ha già partecipato a diverse edizioni di Musica nei Luoghi dello Spirito, a concerti nell’ambito di MiTo Settembre Musica, con progetti sulla musica inglese del rinascimento, l’oratorio barocco italiano. Nel 2014 ha presentato l’oratorio da camera Der Rose Pilgerfahrt di Schumann, poi riproposto nel mese di novembre 2015 nell’ambito della Stagione Concertistica dell’Unione Musicale, nel 2015 il Requiem op. 48 di Gabriel Fauré; dal 2016 ha preso parte alle diverse edizioni del festival BackTOBach.

Oltre al maestro del coro Elena Camoletto curano la preparazione vocale degli accademici i docenti di canto Antonio Abete, Renata Colombatto, Svetlana Skvortsova, Teresa Nesci.

Per leggere i nomi di tutti i musicisti che parteciperanno al concerto, clicca qui!

CLAUDIO CHIAVAZZA

Si è formato presso il Conservatorio G.Verdi di Torino dove ha conseguito i diplomi in Clarinetto, Musica Corale e Direzione di coro. Si è poi perfezionato in direzione corale e musicologia con Adone Zecchi, Fosco Corti, Giovanni Acciai, Andrea von Ramm, Piero Damilano e, successivamente, con Peter Erdei presso l’Istituto Kodály di Kecskemét in Ungheria.

Le sue attività principali sono costituite dalla direzione di coro e dall’insegnamento, attualmente presso il Conservatorio di Torino: in qualità di direttore ha tenuto concerti in Italia, Austria, Ungheria, Francia, Svizzera, Grecia, Repubblica Ceca, Ex Yugoslavia, affrontando un repertorio che spazia dal canto gregoriano alla polifonia vocale contemporanea con diverse prime esecuzioni. Ha ottenuto premi e riconoscimenti ed è spesso chiamato a far parte di giurie in importanti concorsi internazionali.

Fin dalla sua fondazione, è direttore del Coro Maghini con cui, insieme all’Orchestra Sinfonica Nazionale della RAI, ha affrontato le più importanti pagine del repertorio sinfonico-corale collaborando con direttori quali Rafael Frühbeck De Burgos, Yuri Ahronovitch, Kirill Petrenko, Gerd Albrecht, Kristian Jarvi, Serge Baudo, Simon Preston, Jeffrey Tate, Juanjo Mena, Gianandrea Noseda, Wayne Marshall, Helmuth Rilling, Cristopher Hogwood, Robert King, Ottavio Dantone, Ivor Bolton. Collabora stabilmente anche l’Academia Montis Regalis sotto la direzione di Alessandro De Marchi.

ELENA CAMOLETTO

Ha svolto gli studi musicali presso il Conservatorio di Torino diplomandosi in Pianoforte, Musica Corale e Direzione di Coro, Composizione. Si è perfezionata nella Direzione di Coro con i maestri Gary Graden, Peter Erdei e Kurt Suttner.

Dal 2007 svolge le mansioni di Docente presso i corsi di formazione corale per cantanti dell’Accademia Musicale Ruggero Maghini e di Maestro assistente presso il Coro Maghini; in questa veste ha collaborato alla preparazione del coro in occasione di importanti produzioni dell’Orchestra Sinfonica Nazionale della Rai (Haydn, Britten, Holst; dir. Jeffrey Tate, Juanio Mena, R. Fruebeck de Burgos) e dell’Academia Montis Regalis (Bach, Haendel, Telemann; dir. Alessandro De Marchi, Claudio Chiavazza). Ha diretto diverse formazioni corali: Vocalis Concentus di Torino, Coro Lorenzo Perosi di Biella, Musicanova Ensemble, Corale Polifonica di Sommariva Bosco, Ensemble Vocale NovAntiqua.
Le sue composizioni sono state eseguite nell'ambito rassegne e stagioni concertistiche in Italia, Francia e Spagna, Germania, Irlanda, Giappone, Singapore, Stati Uniti. E' stata premiata in diversi concorsi nazionale e internazionali di composizione corale; ha ricevuto numerose commissioni da parte della Feniarco (Federazione Nazionale Associazioni Corali Regionali), di cori italiani e stranieri ed esecuzioni in vari stage europei sulla musica corale contemporanea (Fano, Alpe Adria Cantat, Europa Cantat, Sondbridge). Già insegnante presso i Conservatori di Palermo, Alessandria e Firenze, è attualmente docente di ruolo di Musica Corale e Direzione di Coro presso il Conservatorio di Cuneo ove è anche direttrice del Coro di Voci Bianche. E’ spesso invitata a far parte di giuria di concorsi nazionali di composizione ed esecuzione corale organizzate da varie Associazioni Corali Italiane.

MARKUS BRUTSCHER, tenore, attivo sia in campo operistico che in ambito concertistico, il suo repertorio comprende opere dal primo barocco al contemporaneo. Nato a Landsberg am Lech, Alta Baviera, Markus Brutscher ha ricevuto la sua prima formazione musicale come membro del coro di ragazzi Regensburger Domspatzen e Augsburger Domsingknaben. Ha studiato canto alla Hochschule für Musik "Hanns Eisler" a Berlino con Norma Sharp, a Londra con Rudolf Piernay e a Maastricht con Mya Besselink. Ha cantato al Teatro di Bruxelles, all'Opera Nazionale di Parigi, al Teatro Real di Madrid, all'Opera di Bilbao, all'Opera di Stato di Stoccarda, al Royal Festival Hall di Londra e nei più importanti festival musicali europei. È stato diretto da Frieder Bernius, Vladimir Jurowski, Marc Minkowski, Alessandro de Marchi e Thomas Hengelbrock. Ha eseguito e registrato numerose opere di Bach.

VALENTINA CHIRICO, soprano, si laurea in Musica Vocale da Camera con il massimo dei voti e lode sotto la guida del Maestro Erik Battaglia, presso il conservatorio “G. Verdi” di Torino. Ha partecipato alla nona edizione della "Deutsche Liedakademie" a Trossingen, dove si è perfezionata con Axel Bauni, Burkhard Kehring e Peter Nelson. Si è esibita per numerosi festival quali, tra gli altri: MITO settembre musica, De Sono di Torino; Chamoisic; Museo Nazionale del Cinema; Unione Musicale di Torino; Livorno Music Festival; Bari international film e tv festival, Teatro Petruzzelli di Bari; MOF Marchesato Opera festival, Festival Espressionismo di Torino. Nel marzo 2019 ha debuttato nel ruolo di Pinocchio nell’omonima opera contemporanea di P. Valtinoni al Teatro Regio di Torino; in ottobre debutta nel ruolo di Gerda nell’opera “La regina delle nevi” di P. Valtinoni per il festival Operaestate di Bassano del Grappa.

MAXIMILIANO DANTA, contraltista, nato in Uruguay nel 1993, comincia i suoi studi di flauto traverso nella Scuola universitaria di Musica - UdelaR. Studia inoltre Cornetto e ornamentazione barocca sotto la guida di Gustavo Gargiulo. Nell'anno 2012 entra a far parte della Scuola di arte lirica del S.O.D.R.E, iniziando gli studi vocali sotto la guida di Rita Contino, continuando come Controtenore sotto la guida di Beatriz Pazos e Raquel Pierotti. Attualmente continua la sua formazione vocale sotto la guida di Roberto Balconi presso il Conservatorio "Guido Cantelli" di Novara. Ha partecipato a masterclass tenute da Jordi Savall, Bernarda Fink, Claire Lefilliâtre, José Lemos, Martin Oro e Marilia Vargas. Ha partecipato al XII Festival di San Ignacio de Loyola (Argentina), X Festival internazionale di musica rinascimentale e barocca americano (Bolivia), Festival internazionale di Musica Sacra (Quito - Ecuador), Festival internazionale di musica coloniale di S. Maria de las Conchas (Argentina), Festival "La scena vocale" in Montevideo. Recentemente ha partecipato al Marchesato Opera Festival, nel 2017 con il “Borgeois gentilhomme” di J. B. Lullly, diretto da Massimiliano Toni, nel 2018 con la “Messa in sol minore” di J. S. Bach diretta da Francesco Corti.

MASSIMO LOMBARDI ha studiato tecnica vocale con Magda Koczka e Alessio Tosi, partecipando inoltre a masterclass con Jill Feldman, Katalin Halmai e Dirk Snellings. Ha poi seguito corsi sulla prassi esecutiva rinascimentale e barocca con Peter Phillips, Sigiswald Kuijken, Pedro Memelsdorff, Wim Becu e Rinaldo Alessandrini. Il suo repertorio come solista spazia dal Seicento italiano fino a Mozart, con una predilezione per le Cantate e le Passioni di Bach. Collabora stabilmente con gruppi specializzati in musica antica: Vox Luminis, Nederlands Kamerkoor, La Compagnia del Madrigale, De Labyrintho, Coro e Orchestra Ghislieri, Academia Montis Regalis, Cantica Symphonia, Cantar Lontano, La Fonte Musica, laBarocca. Con questi e altri gruppi si è esibito nei più importanti festival europei: Oude Muziek Utrecht, Innsbrucker Festwochen der Alten Musik, Het Concertgebouw Amsterdam, BOZAR Bruxelles, Verbier Festival, MA Bruges, Zermatt Festival, AMUZ InTime Antwerpen, Festival Radovljica, The Lammermuir Festival. Ha inciso per Glossa, Naxos, CPO e Deutsche Harmonia Mundi.

MAURO BORGIONI, baritono, ha studiato presso la Scuola Civica di Milano e il Conservatorio di Cesena, perfezionandosi alla Fondation Royaumont di Parigi. Ha collaborato con vari ensemble e orchestre tra cui Concerto Italiano, Coro della Radio Svizzera, Orchestra da Camera di Mantova, Orchestra Sinfonica della Rai, Orchestra Regionale della Toscana, La Venexiana, La Cappella Reial de Catalunya, Orchestra “Lorenzo da Ponte”, Die Kölner Akademie, Concerto Romano. Ha cantato con importanti direttori e musicisti tra cui Rinaldo Alessandrini, Jordi Savall, Diego Fasolis, Jurai Valčuha, Jonathan Webb, Antonio Florio, Alfredo Bernardini, Michael Alexander Willens, Lorenzo Ghielmi in alcune delle più importanti sale da concerto e teatri come Konzerthaus di Vienna, Cité de la Musique di Parigi, Kolner Philarmonie, Auditorium de Madrid, National Centre for Arts and Performing di Pechino, UCLA Los Angeles. Ha recentemente interpretato il ruolo di Orfeo nell’omonima opera di Monteverdi presso il Teatro Regio di Torino.